Trasparenza

Dal 2008 Care & Share Italia pubblica il Bilancio Sociale. Con questo intende rendere ancor più trasparente la propria gestione per i suoi sostenitori. Nel Bilancio Sociale si trovano cenni di storia di Care & Share, approfondimenti sulla struttura, la relazione d’attività della Foundation, un’analisi completa dei dati dell’esercizio. Scarica il Bilancio sociale 2017, la Relazione del Revisore 2017 e la Nota integrativa 2017.

Le vostre donazioni

  • Sostegno a Distanza
  • Progetti
  • Aiuti individuali
  • 5per mille

Come li impieghiamo

  • Spese sede
  • Promozione
  • Rimesse India

I nostri donatori

  • Privati
  • Aziende
  • Fondazioni
  • Enti pubblici

Dove sono i nostri donatori

  • Nord Est
  • Nord Ovest
  • Centro
  • Sud

L’associazione Care & Share Italia Onlus ONG è un’organizzazione senza scopo di lucro che opera nell’aiuto dei bambini poveri e bisognosi dell’India. La Onlus (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) è un soggetto compreso tra quelli di cui al comma 20 lettera C della legge 23/12/96 così come modificata dagli artt. 1 e 2 del D.P.C.M. del 27/12/02 n. 294 (G.U. n° 1 del 02/01/2003). E’ ente riconosciuto e regolarmente iscritto presso l’anagrafe ONLUS (direzione nazionale delle entrate del Ministero delle Finanze di Venezia al prot. n. 1 del 25/10/00 e successiva ratifica con prot. 40232 del 15/01/2004). Iscritta altresì presso l’Albo comunale delle associazioni (n. 1903 del 22/01/01), Care & Share è persona giuridica regolarmente iscritta presso la prefettura di Venezia (al n° 367 del 06/12/03). In data 23 febbraio 2007 con DM n. 2007/337/000703/5 Care & Share diventa Organizzazione Non Governativa riconosciuta dal Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale.

Scarica lo Statuto Ufficiale di Care & Share Italia Onlus ONG

COMITATO DIRETTIVO

TOMASO CARRARO – Presidente

Vice-presidente Esecutivo della CARRARO Group, ha un backgroud professionale da manager internazionale. Ha ottenuto un MBA alla University of Chicago in economia e sostiene Care&Share Italia dal 2009, per la quale ha ricoperto per tre anni la carica di tesoriere.

ELISABETTA ZEGNA – Vice Presidente

Membro della Fondazione Zegna, principale main sponsor di Care&Share, di cui ha iniziato a seguire i progetti fin dal 2003. Laureata in lettere e lingue moderne, ha collaborato come volontaria in un’organizzazione no profit per il recupero di tossicodipendenti. Assidua frequentatrice dell’India, ha organizzato numerosi eventi di sensibilizzazione e raccolta fondi a Milano, dove vive.

DARIO BIANCHINI – Supervisore Operativo

MARY DE LANGE – Segretario

Consiglieri

Alviero Martini; Willy Schnyder; Arnaldo Zappa.

Soci Ordinari

Sabrina Barlò; Chiara Borile; Paolo Bortoluzzi; Monia Celegato; Lorenza Caielli; Enrico Castellani; Antonio Coassin; Roberto Colombo; Mara De Bellis; Massimo Dian; Annalaura Domenicali; Federico Ferrara; Valentina Ferrara; Ida Frigo; Ferrante Bonifazio Gaetani dall’Aquila D’Aragona; Assunta Galbiati; Vanina Gerardi; Francesca Gravili; Faustina Lalatta; Cristina Manfredi; Chiara Mazzi; Adriano Motta; Claudio Perrella; Michele Rossi; Willy Schnyder; Antonella Scipione; Paola Ravenna, Graziella Vigo.

Soci Onorari

Evaristo Arnaldi; Lavinia Biagiotti Cigna; Luisella Bausi; Daniele Bogiatto; Nunzia Bonanno; Nicoletta Brilli; Nadia Chioatto; Palmira Cobai; Curzio Belloni; Jozica Dezman; Silvia Gambotto; Gabriella Giordano; Gabriella Magrini; Carla Nani Mocenigo; Ferdinando Pedone; Marco Pilati, Jenny Perotti; Roberta Rocchi; Franco Schiavon; Pietro Tarallo; Flaminia Trabaldo; Giovanna Vitali; Giancarlo Zambonin; Anna Zegna di Monte Rubello; Laura Zemella; Giorgia Zappa.

Nel corso del 2016, Care & Share Italia, che proprio in quell’anno ha compiuto 25 anni, ha perso la propria fondatrice Carol Faison. Ligi all’idea che le opere devono continuare oltre gli uomini che le hanno avviate, il Comitato Direttivo ha promosso una complessa e trasparente opera di rinnovamento che è partita dal monitoraggio della situazione presente.

Per dare le maggiori garanzie possibili e la più ampia trasparenza contabile ai donatori che si sono impegnati nel sostenere questa associazione, il Direttivo ha richiesto un audit indipendente a due professionisti revisori sulla contabilità. Ne è emerso un rapporto di 56 pagine di cui pubblichiamo gli estratti conclusivi e che confermano la correttezza gestionale della Care & Share Italia.

Chi volesse consultare l’intero rapporto può farlo:

  1. di persona, presso la nostra sede in orario d’ufficio, chiedendo un appuntamento.
  2. inviando una mail al Responsabile Amministrativo per richiedere una copia digitale.

CONSIDERAZIONI FINALI

[…] Come risulta dalle pagine precedenti, abbiamo compiuto un’attenta e analitica verifica dell’Amministrazione della associazione relativa alle annualità 2015 e 2015. In estrema sintesi possiamo affermare che si tratta di un’amministrazione sostanzialmente regolare, ciò che, peraltro, conferma quanto riferitoci a voce dal revisore dell’Associazione. […]

Rimesse finanziarie al Trust indiano.

Abbiamo controllato tutte le rimesse finanziarie effettuate dell’Associazione nel 2014 e nel 2015 a favore del Trust indiano. Esse risultano tutte registrate in contabilità e coincidono con le corrispondenti movimentazioni evidenziate negli estratti conto bancari. Dalla nostra revisione rileviamo che l’Associazione ha cercato costantemente di riversare al Trust indiano la netta maggioranza delle risorse da essa ottenute. In entrambe le annualità risulta, infatti, che quasi il 90% delle risorse ottenute dalla gestione è stata destinata al finanziamento del Trust indiano; circa il 7-8% è stato utilizzato per il pagamento dei compensi del personale; e solamente il residuo 4% circa è stato utilizzato per tutte le altre spese. […]

Al fine di rendere trasparente per i nostri sostenitori la gestione dei fondi incassati dalla campagna di raccolta fondi del 5×1000 del 2015, pubblichiamo il rendiconto della somma relativa all’IRPEF 2015 percepita nel 2017.